Visura catastale: le 10 domande più frequenti

Visura catastale

Sono moltissimi i dubbi sulla visura catastale e spesso si fa molta confusione sul significato e la finalità del documento, le procedure per ottenerlo, la sua interpretazione e i costi. Oggi voglio finalmente fare chiarezza sull’argomento e rispondere alle 10 domande più frequenti sulla visura catastale

#1 Cos’è la visura catastale?

La visura catastale è un documento rilasciato dall’Agenzia delle Entrate che contiene i dati che identificano un determinato immobile, fabbricato o terreno presente sul territorio italiano.

Le informazioni contenute nella visura sono diverse a seconda se si tratti di un immobile oppure di un terreno. I dati che si possono ricavare dalla visura di un immobile o fabbricato sono:

  • L’indirizzo completo che identifica la proprietà, con i dettagli che riguardano la via, la scala, l’interno o il piano;
  • La zona del Comune dove si trova l’immobile;
  • Categoria e classe dell’immobile, che indicano la tipologia di appartenenza e la sua redditività;
  • La consistenza, cioè i dati che si riferiscono alla grandezza dell’immobile e che sono espressi in vani, metri quadrati o metri cubi, a seconda della categoria dell’immobile;
  • La rendita, stabilita in base alla zona, alla categoria, alla classe e alla consistenza.

Quando invece si tratta di un terreno, i dati che si trovano nella visura sono:

  • Qualità e classe del terreno, che identificano la sua destinazione d’uso e la produttività;
  • Superficie, indicata in ettari e i suoi multipli;
  • Reddito agricolo e reddito dominicale, che risultano dalla redditività e dalla qualità del terreno.

Per capire a cosa servono tutte queste informazioni, continua la lettura e ti sarà tutto più chiaro.

#2 A cosa serve la visura catastale?

La visura ha diverse finalità e la principale è quella di verificare che tutti i dati siano corretti. Non è raro che ad esempio l’intestazione di un immobile sia sbagliata, nonostante sia stata presentata la richiesta di voltura catastale.

A volte le modifiche interne di un appartamento non risultano nella visura ed è necessario procedere alla variazione catastale. Infatti, in caso di difformità, l’unico responsabile non è il direttore dei lavori, ma sempre e soltanto il proprietario dell’immobile. Per questa ragione devi sempre fare molta attenzione alla scelta del professionista a cui ti rivolgi.

La visura serve anche a rilevare le informazioni necessarie per redigere le pratiche e le certificazioni edilizie, come ad esempio la DIA o i nulla osta per iniziare la ristrutturazione senza errori e nel pieno rispetto della normativa.

I dati contenuti nella visura ti saranno di grande utilità anche per quantificare le imposte sul reddito e le imposte regionali e statali, come l’IMU, la TASI e la TARI.

Per redigere i contratti di locazione, compravendita, comodato, donazione o permuta, avrai bisogno della visura, come anche per redigere la dichiarazione di successione.

Per sottoscrivere un comune contratto per le utenze di gas e luce, ti servirà la visura e pure per fare la relativa voltura, la società che fornisce il servizio ti chiederà questo documento.

La visura storica, inoltre, ti permette anche di conoscere non solo l’attuale intestatario dell’immobile, ma anche tutte le variazioni dell’intestazione nel tempo e le variazioni di natura tecnica.

Come puoi notare, sono moltissimi i motivi che rendono necessaria la visura, ma è importante precisare che non ha mai valore probatorio. Questo significa che non costituisce una prova giuridica della proprietà. Per avere questa prova dovrai rivolgerti ad un notaio, che eseguirà per te un accertamento presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari.

Richiesta di visura catastale

#3 Dove richiedere la visura catastale?

La visura catastale si può richiedere online oppure offline, in base alle tue preferenze. Il proprietario dell’immobile o del terreno può presentare la richiesta sul sito web dell’Agenzia delle Entrate, attraverso il servizio Entratel/Fisconline nell’area di Consultazione Personale Online. Per farlo è sufficiente registrarsi e usare le credenziali che vengono fornite.

A questa modalità di consultazione se ne aggiungono delle altre, utilizzabili sia dai proprietari dei fabbricati e dei terreni, che da chiunque altro. Ecco quali sono i canali disponibili dove richiedere la visura:

#4 Come fare la visura catastale?

La visura catastale si può fare in diversi modi, a seconda dei dati in tuo possesso. Le ricerche si possono effettuare:

  • Per immobile;
  • Per soggetto;
  • Per partita;
  • Per periodo di riferimento.

La ricerca per immobile è possibile quando conosci l’indirizzo della proprietà oppure la particela catastale che corrisponde ad un determinato terreno o fabbricato.

La ricerca per soggetto è utile quando conosci i dati anagrafici del proprietario e vuoi sapere quali sono gli immobili e i terreni che risultano a lui intestati.

La ricerca per partita serve solo quando conosci il numero identificativo dell’intestatario degli immobili o dei terreni.

La ricerca per periodo di riferimento si utilizza per conoscere la situazione catastale di un determinato terreno o fabbricato e ti permette di sapere sia qual è lo stato attuale che le registrazioni effettuate nel periodo che hai scelto.

#5 Cosa serve per la visura catastale?

A seconda del tipo di ricerca che vuoi fare, tra quelle che ho elencato sopra, avrai bisogno di diverse informazioni. Per la ricerca per immobile avrai bisogno di sapere l’indirizzo esatto, mentre per la ricerca del soggetto ti serviranno i dati anagrafici dell’intestatario.

Se hai scelto di effettuare una ricerca per partite, avrai bisogno del numero identificativo dell’intestatario. Infine, per la ricerca per periodo di riferimento dovrai conoscere uno dei dati sopra elencati, ma dovrai specificare anche un determinato periodo oggetto della ricerca.

Quando la richiesta è presentata per via telematica, la visura sarà rilasciata in un file PDF scaricabile e stampabile. Presso gli uffici fisici, verrà invece rilasciato un documento in formato cartaceo.

#6 Chi può richiedere una visura catastale?

La visura può essere richiesta da chiunque. Come abbiamo visto, il proprietario dell’immobile può accedere al canale privilegiato della Consultazione Personale Online offerto dall’Agenzia delle Entrate.

Tutti gli altri soggetti, pubblici e privati, possono invece usare gli altri canali disponibili. Il documento rilasciato sarà sempre lo stesso, indipendentemente dalla persona che lo richiede.

Se hai bisogno di una visura catastale, ma non hai tempo e voglia per star dietro alla pratica burocratica, posso pensarci io al posto tuo. Scrivimi tutti i dettagli nel modulo di contatto e ti farò avere il documento in tempi rapidi.

#6 Chi rilascia la visura catastale?

La visura catastale è un documento che estrae i dati dell’archivio pubblico del Catasto dei Terreni e del Catasto dei Fabbricati. I soggetti abilitati al rilascio sono:

  • L’Agenzia delle Entrate;
  • Gli Enti comunali al cui interno è istituito un ufficio catasto;
  • Le Poste Italiane, grazie ad un accordo di collaborazione con l’Agenzia delle Entrate.

#8 Quanto costa una visura catastale?

La visura catastale è gratuita per il soggetto che risulta l’intestatario dell’immobile, del fabbricato o del terreno.

Per tutti gli altri soggetti, pubblici e privati, la visura ha un costo. In particolare, quando si fa una ricerca per soggetto si andrà a pagare 1,35€ per ogni 10 unità immobiliari.

Se invece si effettua una ricerca per immobile, attuale o storica, l’importo da pagare è pari a 1,35€.

Quando si utilizzano i servizi di Poste Italiane, come lo Sportello Amico o Certitel Catasto Web, è necessario pagare una commissione aggiuntiva:

  • Presso lo Sportello Amico il costo della visura è di 11,00€;
  • Quando si richiede l’invio al domicilio mediante Posta Raccomandata, bisogna pagare a 18,40 € per ciascuna richiesta;
  • Quando si richiede l’invio online, l’importo da pagare è di 6,00€.

#9 Come si legge una visura catastale?

Leggere una visura catastale può essere abbastanza complicato per i non addetti ai lavori, ti fornirò quindi delle informazioni utili per decifrare i dati che trovi sul documento.

La visura è suddivisa in diverse sezioni e in alto trovi il tipo di visura che hai richiesto (ad esempio per immobile o per soggetto). In alto a destra trovi invece data e ora della visura, che ti permettono di capire se hai tra le mani un documento aggiornato oppure no.

A sinistra, sotto l’indicazione della tipologia, troverai invece i dati che hai inserito al momento della richiesta, ma la parte più importante del documento si trova al centro.

Esempio di visura catastale

Esempio di visura catastale

 

Nella parte centrale, infatti, ci sono i dati catastali identificativi dell’immobile e in particolare:

  • Sezione urbana, che identifica una determinata zona del Comune (ad esempio A, B, C …);
  • Il foglio, ossia la sezione in cui sono suddivisi tutti i Comuni d’Italia in base al Catasto;
  • La particella o mappale, che identifica ogni fabbricato o terreno che si trova all’interno del Comune;
  • Il Subalterno, cioè l’unità immobiliare all’interno del fabbricato.

Accanto ai dati identificativi dell’immobile, trovi i dati di classamento, ossia tutte le informazioni che ti ho già spiegato poco sopra: zona censuaria (cioè la zona del Comune), categoria, classe, consistenza, superficie catastale e rendita catastale.

Ho cercato di spiegarti brevemente come si legge una visura catastale. Se vuoi approfondire l’argomento e hai bisogno di una spiegazione più approfondita, continua a seguirmi, perché sto preparando una guida ad hoc sull’argomento.

#10 Quando scade la visura catastale?

Le visure catastali non hanno una scadenza. Questo significa che i dati contenuti al suo interno devono considerarsi validi fino a che non viene richiesta una variazione catastale oppure non viene notificata una sua variazione da parte del catasto.

In caso di ristrutturazione dell’immobile, cambio di destinazione d’uso o revisione da parte del Comune, la visura va aggiornata, ma in tutti gli altri casi conserva la sua validità.

Ancora dubbi sulla visura catastale?

Queste sono le domande più frequenti che mi vengono poste sulla visura catastale, ma se ne hai delle altre puoi scriverle nei commenti oppure contattarmi usando l’apposito modulo.

Come ti ho già anticipato, scriverò altre guide sulla lettura della visura catastale, sulle visure dei terreni, sulla planimetria catastale e sulla rendita catastale. Nell’attesa puoi scaricare la guida gratuita CASA TOP e mettere un like alla pagina Facebook di SOS Geometra, così ci terremo sempre in contatto.


Immagine di copertina di Mindandi – Freepik.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *