Ristrutturazione casa costi

Quando si parla di ristrutturazione di casa, costi e budget a disposizione diventano la preoccupazione principale e a volte anche la stessa progettazione passa in secondo piano. Nel mondo ideale ci piacerebbe immaginare la casa dei nostri sogni e affrontare la spesa necessaria per realizzarla, ma nella realtà spesso valutiamo il budget disponibile e con quella cifra proviamo ad avvicinarci alla casa dei sogni.

Ho una buona notizia per te: non devi per forza scegliere tra la casa che hai sempre desiderato e la necessità di risparmiare! Se fai le scelte giuste, puoi avere l’uno e l’altro.

Abbiamo già parlato di come valutare il preventivo per scegliere l’impresa edile, ma ora voglio darti qualche indicazione pratica per gestire nel modo migliore il budget destinato alla ristrutturazione. Vedremo insieme quali fattori incidono sui costi, come evitare che la spesa preventivata aumenti durante i lavori e come sfruttare le agevolazioni fiscali.

Quanto costa la ristrutturazione di casa?

Ristrutturare una casetta di montagna o un appartamento in città non è la stessa cosa, così come è molto diverso rinnovare una villetta o una piccola mansarda. Come puoi immaginare parlare di costi della ristrutturazione di casa è troppo generico, ma è meglio parlare di costo al mq per la ristrutturazione di casa.

Lo so, stai scalpitando per conoscere le cifre, ma devo farti solo una piccola premessa. Qui ti indicherò il costo della ristrutturazione di casa al mq a Torino, perché sono un geometra di Pinerolo e lavoro soprattutto nell’hinterland torinese. Tieni conto che queste cifre possono variare molto in base alle diverse zone d’Italia e che dipendono anche dalle rifiniture che sceglierai. Puoi comunque utilizzarle per fare una stima approssimativa della spesa che dovrai affrontare.

Costo per la demolizione di muro non portante

Prima di rinnovare, spesso si deve buttare giù qualche parete. Gli open space sono sempre più apprezzati, perché rendono la casa più spaziosa e luminosa. Per demolire un muro non portante o tramezzo la spesa è di circa 8€ al mq, ma bisogna aggiungere anche i costi per smaltire e portare i calcinacci alla discarica, che si aggirano intorno ai 100€ al metro cubo.

Alcune imprese edili nel preventivo indicano complessivamente i costi della demolizione e dello smaltimento, pari a circa 20€ al mq. Se non è specificato, ti conviene di chiedere sempre se è compreso anche lo smaltimento e il trasporto dei calcinacci oppure no.

Costo della muratura al metro quadro

Una volta eliminati i vecchi muri, sarà necessario dividere gli ambienti secondo il tuo gusto e le tue necessità. Quanto costa costruire un muro in casa? Anche in questo caso… dipende! Se si utilizzano dei mattoni forati spessi 4,5cm, spenderai circa 21€ al mq, ma questa è solo una delle varie possibilità che hai davanti.

Se vuoi sentirti libero di eliminare questo muro senza troppe difficoltà in un secondo momento, puoi scegliere il cartongesso (da 35 a 50€ al mq), se invece vuoi adottare la soluzione dei mattoni pieni a vista, il costo è di circa 45€ al mq.

Costo della posa in opera del pavimento

Hai scelto un meraviglioso pavimento in gres porcellanato e ora hai bisogno di un piastrellista. Quanto ti costa la posa in opera del pavimento? In questo caso i prezzi sono di circa 25€ al mq, ma scendono anche a 17€ al mq nel caso in cui la posa va realizzata su delle vecchie piastrelle.

La posa del mosaico è molto più laboriosa e costa tra i 50 e i 60€ al mq, ma il risultato finale è sempre di grande effetto. Se invece ami l’atmosfera calda tipica del parquet, per la posa spenderai tra i 25 e 50€ al mq, a seconda se sia già presente il massetto oppure no.

costi ristrutturazione di casaCosto per la tinteggiatura delle pareti

Una volta realizzata la nuova parete, avrai bisogno di un imbianchino per tinteggiarla. Il colore determinerà il carattere dell’ambiente, quindi fai bene attenzione a scegliere tonalità che si sposano con l’utilizzo destinato alla stanza. Per un lavoro semplice di tinteggiatura puoi spendere da 6 a 16€ al mq, mentre per realizzare delle tecniche particolari la spesa può salire fino a 33€ al mq.

In questa fase i lavori stanno quasi per essere ultimati, ma anche le rifiniture meritano una certa attenzione. Se ad esempio ti piace lo stucco veneziano, in questo caso la spesa è ancora più alta e va dagli 80 ai 120€ al mq.

Costi degli impianti elettrico e idraulico

Concludiamo questa breve carrellata sui costi della ristrutturazione di casa con gli impianti che dovrai far installare all’impresa edile o al professionista prescelto. La spesa per realizzare un impianto elettrico a norma, varia in base al tipo di impianto, che può avere una dotazione standard oppure sfruttare i benefici della domotica. In linea generale per un impianto elettrico potresti spendere dai 50 ai 60€ al mq.

Anche il costo per il rifacimento dell’impianto idraulico è estremamente variabile e dipende soprattutto dal numero dei punti acqua. In generale la spesa si aggira intorno ai 200€ al mq.

Preventivi e costi di ristrutturazione che lievitano

Finora ti ho indicato i costi che più di frequente bisogna affrontare per rimettere a nuovo la casa, ma l’elenco non esaurisce tutte le modifiche che potrebbero essere necessarie. In alcuni casi è necessario cambiare gli infissi, mettere in sicurezza il tetto, tinteggiare le pareti esterne o realizzare un impianto di condizionamento, quindi non è facile preventivare il budget necessario senza un elenco dettagliato dei lavori da realizzare.

Ora che ti sei fatto un’idea dei costi medi per i lavori più comuni di una ristrutturazione, il passo successivo è quello di chiedere almeno 3 preventivi e fare quante più domande possibili all’impresa edile. Il tuo direttore lavori ti aiuterà a orientarti tra i vari preventivi, perché decifrare numeri e termini tecnici a volte è tutt’altro che semplice.

Spesso l’accettazione del preventivo non mette la parola fine alle preoccupazioni sul budget da investire per la ristrutturazione, perché per un motivo o per un altro i costi durante i lavori vanno ad aumentare. Questa variazione in genere si attesta intorno al 10% in più rispetto a quanto preventivato, ma non è raro che il committente debba spendere anche il 30 o il 40% in più.

Come fare per evitare che la ristrutturazione costi molto più del previsto? Anche in questo caso la figura del direttore lavori sarà determinante. Durante i sopralluoghi il tecnico verificherà che l’impresa edile si attenga alle linee guida stabilite all’inizio dei lavori e controllerà che non ci siano costosi ritardi sulla tabella di marcia.

Può capitare che l’impresa edile si prenda la libertà di modificare alcuni dettagli del progetto, ma questo non deve assolutamente accadere, perché sarai solo tu a pagare le conseguenze di ogni abuso edilizio. La scelta ragionata dell’impresa edile e l’esperienza del direttore di lavori, ti libereranno dall’incubo di pagare molto più del dovuto.

Ristrutturazione di casa: costi e detrazioni fiscali

Un modo intelligente di contenere i costi della ristrutturazione di casa è quello di sfruttare le agevolazioni fiscali. I lavori di manutenzione straordinaria, ad esempio, ti permettono di accedere a detrazioni fiscali pari al 50% dell’importo speso. La normativa sul bonus ristrutturazioni subisce delle variazioni ogni anno e non è sempre facile star dietro a tutte le proroghe e modifiche legislative.

Per essere certo di recuperare buona parte della spesa per la ristrutturazione di casa, costi e dettaglio dei lavori devono essere dimostrati con regolari fatture. Se vuoi conoscere quali spese rientrano tra quelle detraibili e quanto puoi risparmiare con il bonus ristrutturazioni, contattami senza impegno e ti darò tutte le informazioni che ti servono.


Immagine di copertina di rawpixel.com – Freepik.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *